Category Archives: Notizie

L’Agricolutra

trattorePer il progetto "Agricoltura" (trattore rimorchio ed aratro per Benincity-Nigeria) è stata raggiunta la somma necessaria per l'acquisto. Vogliamo ringraziare di cuore:
  • La Parrocchia S.Lucia alla Barbanella di Grosseto € 5.000;
  • La Rock Band Janua Coeli €10.000;
  • Le Parrocchie SS.Jacopo e Filippo (Scarperia) e S.Agnese (Arezzo) € 2.200;
  • La Parrocchia Immacolata Poggio al Vento Siena € 7.000;
  • Cena Pro Missioni OFS Prato € 8.000
  • Offerte varie € 1.300.
Sono stati inviati al Superiore dei Frati Cappuccini € 33.500!
Posted in Notizie | Commenti disabilitati su L’Agricolutra

Due nuovi containers per il Tanzania

ContainersNelle giornate di Venerdì 25 e Sabato 26 Aprile, sono stati caricati due nuovi containers per le missioni cappuccine del Tanzania. Questa è solo l'ultima di una lunga serie di spedizioni cominciate più di 20 anni fa. I due containsers sono diretti a Mlali in Tanzania dove si trova l'ospedale eretto dal padre cappuccino toscano Angelo Simonetti. Questo ospedale, che è stato affidato da qualche anno a questa parte ai frati tanzaniani, è dotato di ampi magazzini che servono da base logistica per diramare gli aiuti verso tutte le altre missioni della zona. I due containers contengono principalmente materiale per l'ospedale, attrezzature ortopediche, vestiario per i bambini ospiti del centro, alimenti vari. C'è anche materiale didattico per le scuole, vestiario e scarpe per adulti, parti di ricambio per le officine e per gli attrezzi agricoli. Immancabili i rotoli di stoffa con i quali i tanzaniani confezionano abiti e supplellettili che rivendono nei mercati locali. In questi due containers troviamo anche materiale per la radiologia, latte in polvere per neonati e un organo per la chiesa di. I due containers sono il risultato della fatica e della dedizione di volontari che instancabilmente lavorano quotidianamente per le missioni, di affezionati benefattori che non mancano mai di dare gratuitamente il loro contributo, dell'amore dei frati cappuccini per i fratelli lontani e della provvidenza che sempre assiste chi a Lei si affida. Ma l'attività del Centro di Animazione Missionaria dei cappuccini toscani non si ferma all'invio di aiuti! Essa è soprattutto incentrata nell'animazione missionaria con interventi nelle scuole e nelle associazioni, con la presenza alle manifestazioni cittadine, con l'organizzazione di "campi lavoro" presso le missioni, con il mercatino missionario permanente, con la divulgazione attraverso la carta stampata ed internet dello spirito missionario, con l'accoglienza ed il coinvolgimento diretto di tutte le persone che si affacciano a questa realtà e si rendono disponibili. Se ti senti attratto da questa esperienza e vuoi conoscere meglio e approfondire lo stile missionario francescano puoi contattarci nel modo che tu ritieni più adatto; oppure vieni a trovarci! Ci trovi tutti i giorni nel pomeriggio presso il convento dei cappuccini di Prato, nei locali sotto chiesa a lavorare per le missioni.
Posted in Notizie | Commenti disabilitati su Due nuovi containers per il Tanzania

Mivumoni-Tanga

Fr Giorgio PicchiNella missione di fra Giorgio Picchi è stato trivellato un pozzo artesiano, acquistato un generatore elettrico, una pompa ad immersione e un deposito con relativa tubazione. A questo progetto hanno contribuito:
  • Il Gruppo Laico di Volano (Trento), in collaborazione con la Provincia Autonoma di Trento, con € 15.000
  • La Cena Missionaria organizzata in collaborazione con l'OFS di Prato con € 7.000
Posted in Notizie | Commenti disabilitati su Mivumoni-Tanga

Padre Egidio Guidi

P1020150E' stato il crescendo di notizie preoccupanti in arrivo dal Tanzania che ha spinto il Fratello Provinciale e me ad intraprendere un viaggio fuori programma. L'oggetto delle preoccupazioni era la salute di P. Egidio Guidi da Premilcuore, l'ultimo dei magnifici 5 Cappuccini, a cui il 2 Giugno 1963 era stato affidato l'incarico di farsi testimoni vivi di Gesù e della Chiesa in quella regione. Partenza il 10 di Marzo presto col buio da Peretola con arrivo a Dar es Salaam a mezzanotte delle stesso giorno. Di nuovo partenza di notte in auto con P. Fabiano e l'arrivo all'ospedale di Dodoma a metà pomeriggio. Il medico che seguiva P. Egidio in ospedale a Dodoma, un giovane della missione sanitaria del governo italiano in Tanzania, ci ha fatto il punto della situazione, presenti la sorella, il nipote con sua figlia medico: i polmoni di Egidio a causa di una brutta bronchite cronica avevano smesso di funzionare. Il medico non riusciva neppure a capire in che modo riuscivano a far entrare ancora aria e a garantire un minimo di ossigenazione del sangue. Riteneva il malato non trasportabile e neppure osava togliergli l'erogatore di ossigeno per il tempo necessario ad arrivare alla sala raggi a fare qualche lastra. Tuttavia con la nipote medico fu messo a punto un viaggio a Dar es Salaam con l'aereo-ambulanza dei Flying Doctors per affidarlo ad un centro sanitario specifico. Si attendeva solo un momento in cui Egidio apparisse più in forze. Dopo la riunione lo abbiamo visto. Ti saresti immaginato un uomo allo stremo e sfinito. Ma non era affatto così. Era il solito Egidio, sostenuto sì dallo schienale alzato del letto e intento a sfrenare i grani del rosario che si intrecciavano con il tubicino dell'ossigeno , ma l'occhio mobile e sveglio era il suo. Aveva un sorriso leggero e compiaciuto come se fosse contento di aver scombussolato i nostri programmi e di averci fatti arrivare lì davanti a lui. Ma ogni parola che usciva dalla sua bocca era ossigeno rubato al suo sangue e il monitor delle funzioni vitali cominciava a lampeggiare, dando segnali di allarme. Ci siamo lasciati con un abbraccio, una preghiera, la benedizione di San Francesco, con la promessa di fumarci assieme una sport una volta che le cose fossero tornate normali. Ma Egidio è partito per l'ultimo viaggio, è sparito con il sole del tramonto del Venerdì 14 Marzo senza che quell'aereo-ambulanza potesse volare per lui. Aveva compiuto i suoi 81 anni di vita naturale di cui 51 di vita missionaria. Eravamo disposti a fare tutto quello che fosse possibile per la salute di Egidio! Mi viene da pensare ora a quanto poco tempo Egidio stesso dedicasse alla cura della sua salute. Se avesse usato per sé un po' del tempo che aveva dedicato alla Land Rover, o al mulino della missione e diminuito i viaggi notturni; se avesse risparmiato ai polmoni quelle sigarette di troppo che lo aiutavano a tenere duro, a dimenticare la fame, a resistere alla stanchezza, ai viaggi incessanti, a dedicarsi a tutte quelle persone che si accoccolavano pazienti all'uscio della sua casa in attesa che uscisse o gli sbollisse una sfuriata, Egidio forse sarebbe ancora con noi. Ma non sarebbe l'Egidio che conosciamo! Non ci sarebbero state all'ospedale di Dodoma code di persone desiderose di intravedere per un attimo il suo volto attraverso la finestra della terapia intensiva e incrociare il suo sguardo in un muto saluto per dirgli "vedi, ci sono", né il suo funerale si sarebbe tramutato nella festa che è stato. Egidio: la sua economia sempre in deficit, sempre al verde e pieno di debiti; quello che aveva e riceveva lo investiva per la sua gente , salute compresa, ma non bastava perché la sua gente non finiva mai. “Padre Egidio”, ha detto il rappresentante del Governo e Membro del Parlamento al suo funerale, “era l'uomo di chiesa, ma allo stesso tempo era anche il babbo, il trasportatore, la banca, la posta, il farmacista, il veterinario, il governo, il giudice e il difensore dei poveri e degli orfani”. Con quale autorità lo faceva? Con quella che deriva dal sentirsi al servizio di tutti specie dei più piccoli. Per questo la sua parola era ascoltata e accettata. La sua vita la viveva come una catechesi perenne e la predica in chiesa era la lettura degli avvenimenti quotidiani visti alla luce di Dio. Potevi sentirti parlare a Natale che era morta la mucca da latte della missione o che il carico dei fagioli da portare al mercato era andato con la piena del fiume. "Dio è grande! Non dobbiamo scoraggiarci! ", ripeteva Egidio specie quando la sua serenità e giovialità entravano in contrasto con la fatica, con i bisogni suoi e degli altri, con la durezza degli uomini e le delusioni e infine con l'età avanzata e la morte. Queste parole di P. Egidio sono state ripetute senza sosta durante il funerale e sono il segno profondo della sua fede e la sua eredità più preziosa, che supera tutto quello che le sue mani e il suo ingegno hanno lasciato nei luoghi dove è stato presente. Safari njema, Chausiku. Kwaheri akuonana! P.Francesco Borri
Posted in Notizie | Commenti disabilitati su Padre Egidio Guidi

Cena di solidarietà alla vigilia dell’Epifania

[print_gllr id=1433]
Posted in Notizie | Commenti disabilitati su Cena di solidarietà alla vigilia dell’Epifania

La bancarella del CAM al mercatino natalizio di S. Lucia

Momenti intensi

Una presenza per la solidarietà in mezzo a tanta gente immersa nell'atmosfera del Natale che si avvicina.Foto dell'esperienza al Kituo dello scorso agosto Una presenza per parlare del nostro impegno, che vuol essere partecipato a tutti. Tanta voglia di raccogliere fondi per il Kituo di Mlali; ma anche di parlare dei bambini di questo Centro pediatrico di chirurgia degli arti. Tanta gente in visitaSiamo stati per tutta la giornata e per tutta la serata attorniati da persone alla ricerca di piccoli "pensieri" per le feste, contente di avere anche l'occasione di poter dare un contributo per la solidarietà e di scambiare qualche parola. Tanta gente sconosciuta, ma anche amici di passaggio e in visita, vecchie conoscenze ritrovate per caso e amici degli amici.Una lunga, intensa giornata             A conclusione di questa intensa esperienza ci siamo sentiti felici di averci provato,P. Flavio presente all'evento di esserci messi in gioco. Abbiamo raccolto circa 500 euro per i bambini del Kituo e abbiamo portato a casa la soddisfazione di aver fatto un piccolo dono di noi stessi.
Posted in Notizie | Commenti disabilitati su La bancarella del CAM al mercatino natalizio di S. Lucia

Formazione alla solidarietà presso la Scuola Zipoli di Prato

Solidarietà con allegriaLa solidarietà è uno stile di vita, è un modo di essere con gli altri, è ciò che deve orientare le nostre relazioni; è prima di tutto sensibilità verso chi ci è vicino.P. Flavio con una classe Questo il tema degli incontri di P. Flavio con le classi terze della Scuola Secondaria di Primo Grado "D. Zipoli" di Prato, all'interno del Progetto Solidarietà: Insieme per il Bene Comune, promosso da una equipe d'insegnanti della scuola. SAMSUNG DIGITAL CAMERAIl percorso formativo ha avuto come momento culminante il mercatino di Natale, con il quale sono stati raccolti 1041,53 euro.         La scuola ha adottato 3 bambini del Kituo di Mlali (Tanzania) per un totale di 900 euro e ha lasciato in offerta all'ospedale pediatrico i rimanenti soldi. SAMSUNG DIGITAL CAMERA L'obiettivo di partenza era quello di raccogliere 600 euro per due adozioni; ma l'impegno degli alunni con le loro famiglie e gli insegnanti e stato tale da superare le più rosee aspettative. Un bel traguardo, veramente. Soprattutto considerando che si è trattato della prima esperienza. P. Flavio ha presentato nelle classi il Kituo di Mlali raccontando tante storie di bambini, descrivendo il funzionamento di tutta la struttura, mostrando e commentando video e fotografie. Ci sono stati interesse e partecipazione e poi tanta voglia di fare qualcosa di concreto per i bambini di questo centro. Alunni, genitori, nonni, insegnanti si sono messi al lavoro ed hanno realizzato tanti oggettini natalizi da vendere al mercatino della scuola. Poi ci sono stati gli acquisti e le offerte. L'esperienza ha messo in luce quanto possa crescere la solidarietà all'interno di una comunità come quella scolastica e quanto sia importante che essa abbia le occasioni e lo spazio per crescere. Un sentito ringraziamento al Dirigente Scolastico, Maria Rammunno, per aver sostenuto questo progetto nella sua scuola. Foto di gruppo per la solidarietà
Posted in Notizie | Commenti disabilitati su Formazione alla solidarietà presso la Scuola Zipoli di Prato

Domenica dedicata alle missioni

SAMSUNG DIGITAL CAMERA SAMSUNG DIGITAL CAMERA Anche quest'anno nel mese di ottobre, dedicato alle missioni, è stato organizzato dalla Diocesi di Prato il mercatino missionario in Piazza San Francesco. Domenica 13 i vari gruppi missionari hanno trascorso la giornata in piazza a ricevere i visitatori presso i loro stand. Il CAM ha partecipato insieme al Ce. Mi. OFS (Centro Missionario Ordine Francescano Secolare). Nel pomeriggio c'è stato lo spazio per le testimonianze. La manifestazione si è conclusa con un momento di preghiera.
Posted in Notizie | Commenti disabilitati su Domenica dedicata alle missioni

Esperienza missionaria in Tanzania

Il gruppo missionario, che durante tutto il mese di agosto ha fatto base presso l'ospedale pediatrico di Mlali (Tanzania) con frequenti spostamenti nelle varie missioni della regione di Dodoma, ha vissuto una bella esperienza di condivisione.   Durante la permanenza al Kituo, il gruppo, per la maggioranza costituito da donne, si è occupato dei bambini in tutto l'arco della giornata e li ha seguiti nelle varie attività. Fra i bambini e le ragazze è nato un bel rapporto di fiducia e di amicizia, in un clima d'interesse reciproco e di gioia. Di pomeriggio c'è stato il tempo per giocare e scherzare insieme!                     Gli uomini hanno aiutato gli operai in tanti lavori: dalla riparazione dei mezzi agricoli al taglio della legna               Visita al villaggio masai di Mkoka
Posted in Notizie | Commenti disabilitati su Esperienza missionaria in Tanzania

Una nuova esperienza missionaria

Questa sera è arrivato al Kituo di Mlali un nuovo gruppo di quattordici persone per un'esperienza missionaria nel mese di agosto. I partecipanti si sono subito recati a salutare i bambini dell'ospedale pediatrico e sono tutti pieni di entusiasmo per questa avventura appena iniziata!
Posted in Notizie | Commenti disabilitati su Una nuova esperienza missionaria