Lagos

La casa dei frati Cappuccini a Lagos, in Nigeria,  è stata donata da una donna – Mama Pierce –  prima di morire.  Questa signora era una benefattrice della chiesa in generale e dei Cappuccini in particolare, attraverso il nostro carissimo defunto fra Joe Maria Itabor.

Essendo un bilocale, è comodo per una famiglia di 3 persone al massimo. E’ quindi molto inadatto come convento. I frati vi abitano dal  2003 e ad un certo punto erano in 6; tuttavia questa casa è veramente un dono della Provvidenza, perché è proprio difficilissimo avere una proprietà nel centro della città più grande dell’Africa: Lagos ha una popolazione di più di 15.000.000 di abitanti!

Padre Bernardino Faralli ha provato prima di rientrare in patria a costruire qualcosa di più adeguato; ma non ci è riuscito. Ora siamo quasi pronti per la costruzione del nuovo convento.

Per l’attività parrocchiale fra Bernardino accettò, all’epoca, dal Cardinale arcivescovo di Lagos  una chiesa poverissima in un’isola chiamata dei Serpenti. Non c’è la possibilità di raggiungere il luogo eccetto che in barca e le persone ci vivono perché sono povere. Vicino all’Isola dei Serpenti ce n’è un’altra che si chiama Tomaru e i frati Cappuccini sono responsabili di questi due poveri luoghi.

Inoltre ci prendiamo cura pastorale di un gruppo di italiani residenti a Lagos. Facciamola Santa Messaper loro ogni domenica;  ma il loro numero è diminuito considerevolmente.

I frati di Lagos aiutano molto i preti diocesani e sono invitati  a comunicare ai fedeli la loro spiritualità. Attualmente abbiamo 4 frati a Lagos.

 

Comments are closed.

Visit Us On Facebook